Concorsi a premi online: cosa fare per evitare multe e sanzioni

Concorsi a premi online: cosa fare per evitare multe e sanzioni

Come funzionano i concorsi a premi online? Nella vostra vita professionale vi sarà capitato di organizzarne almeno uno, ma siete certi di aver rispettato l’iter normativo previsto? In questo articolo vi diamo qualche dritta per evitare multe e sanzioni!


Ebbene sì! Le sanzioni per i concorsi a premi online sono molto più frequenti di quanto crediate. Molto spesso, per leggerezza, diversi istituti, centri estetici o saloni, organizzano contest online senza conoscere la normativa, rischiando di incorrere in sanzioni che possono essere anche abbastanza alte!

Dunque, attenzione: un contest online o concorso a premi è un’operazione non di poco conto, non prendetelo alla leggera. L’iter normativo, infatti, prevede, tra gli altri, costi di versamento di cauzione, licenza di piattaforma esterna da utilizzare come sede del contest o anche parcella per il notaio che si occuperà dei verbali di chiusura e di assegnazione dei premi.

Chiunque si sarà spaventato davanti a tutto ciò. Il nostro consiglio, in questo caso, è di considerare il concorso a premi online come un investimento più che un costo vero e proprio: attraverso un contest, infatti, non solo la vostra attività raggiungerà diversi obiettivi di marketing, ma potrete anche migliorare la vostra Brand Awarness, lanciare nuovi prodotti e servizi, aumentare le vendite. 

Concorsi a premi online: le sanzioni

Le sanzioni per i concorsi a premi online, ovviamente, sono commisurate in base alle irregolarità riscontrate dal Minstero dello Sviluppo Economico (MiSE). Ecco gli ultimi aggiornamenti sulle sanzioni nel caso in cui l’iter normativo non venga rispettato: 

  • Sanzione da 2 mila a oltre 10 mila euro per mancato invio di preventiva comunicazione 
  • Sanzione da 1.032,91 a oltre 5 mila euro per comunicazione inviata dopo l’inizio della manifestazione
  • Sanzione da 1.032,91 a oltre 5 mila euro per mancata osservanza del regolamento e svolgimento difforme 

Se il pagamento avviene entro il trentesimo giorno dall’emanazione del provvedimento sanzionatorio, la multa viene ridotta di un sesto. 

Manifestazioni con premio: ecco quelle vietate dal MiSE

Oltre ai concorsi a premi, vi sono anche casi in cui le manifestazioni con premio sono vietate. Sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico troverete tutto ciò che potrà interessarvi nel dettaglio. Intanto, ecco quando è vietato lo svolgimento di manifestazioni con premio:

  • Quando il loro congegno non garantisce la pubblica fede e la parità di trattamento e di opportunità per tutti i partecipanti
  • Quando vi è turbamento della concorrenza e del mercato in relazione ai principi comunitari
  • Quando si promozionano prodotti per i quali sussistono divieti o limitazioni alla pubblicità (ad es. il fumo)
  • Quando si violano le disposizioni del DPR 26/10/2001 n.430 

 

Per maggiori informazioni, visitate il sito del MiSE al link.

 


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi